Trek dal Colle del Gran San Bernardo al Monte Bianco

Trekking con guida naturalistica/escursionistica.

2 notti a partire da € 310

Validità:

  • 06 luglio 2018 - 14 settembre 2018

Un trekking dal sapore antico; attraversare questi ambienti di alta quota, ricorda l’escursionismo esplorativo, legato all’osservazione delle particolarità morfologiche della montagna, al ritrovo delle tracce degli antichi ghiacciai che hanno plasmato i monti e creato una miriade di vallecole, che ospitano una vegetazione straordinaria dalle piccole dimensioni ma dai colori accesi.

  

 

Partenze 2018  Prezzo per persona in camere multiple
6 luglio € 310
10 agosto € 310
14 settembre € 310

 

- altre date possono essere previste, su richiesta, per gruppi di minimo 6 persone

- viaggio confermato con minimo 6 partecipanti

- lingua: italiano / francese / inglese

- gruppo di massimo 15 persone

- notti extra, pre-trekking o ultimo giorno, da € 50 a persona in hotel 3* (pernottamento e prima colazione)

 

 

La quota comprende:

  • 2 pernottamenti con prima colazione in rifugio in camere multiple
  • 2 mezze pensioni (escluse bevande)
  • guida della natura/escursionista durante il trekking e le escursioni sul territorio
  • trasferimenti come previsti
  • assicurazione medico/bagaglio
  • spese gestione pratica (a persona) € 15

 

La quota non comprende:

  • bevande ai pasti salvo diversamente indicato
  • pranzi al sacco e bevande
  • ingresso castelli e monumenti in genere, salvo diversamente indicato
  • trasferimenti da/per Hotel/Aeroporti: quotazioni a richiesta
  • assicurazione di annullamento 5% calcolato sull’importo complessivo del viaggio

 

 

Informazioni utili

 

Difficoltà: il percorso si configura di tipo EE (escursionistico) - Alcuni brevi tratti però si presentano più stretti e a volte ripidi. Sul colle di Malatrà sono state posate delle catene e degli scalini in ferro per agevolare la salita.
Si richiede discreta preparazione fisica. Dislivelli medi dei trekking tra i 300-1300 m.

Età minima 12 anni

Numero partecipanti: il viaggio viene confermato con la partecipazione di almeno 6 persone.

Abbigliamento: non è richiesto un abbigliamento tecnico, è sufficiente, ma necessario, essere dotati di: scarponcini da trekking, pantaloncini e maglietta, maglione o pile, giacca a vento leggera, occhiali da sole, cappello, zaino, borraccia e crema solare. Per il pernottamento in rifugio è necessario essere muniti di sacco-lenzuolo. Tutte le informazioni saranno comunque fornite con i documenti di viaggio. Suggeriamo di portarsi la macchina fotografica.

Bagagli: in relazione all’itinerario, non è possibile il trasporto bagagli.

Le nostre guide: da anni Benetour collabora con HABITAT, una società di guide naturalistiche/escursionistiche, con abilitazione professionale, che vanta un’esperienza ultraventennale, competenza e grande affidabilità.

Gruppo di amici: su richiesta di gruppi precostituiti, possono essere previste altre date di partenza o itinerari differenziati in tipologia e durata.

 

 

Itinerario di viaggio

 

1° giorno - Gran S. Bernardo / Rifugio Frassati
Incontro con la guida ad Aosta (h. 14.30), trasferimento con mezzo riservato nelle vicinanze del Colle del Gran San Bernardo.
Prima tappa: Colle di Saint Rhemy (2562 m) - Colle des Ceingles (2819 m) - Rifugio Frassati (2540 m)
Dislivelli: +600/-300 m -  Tempo di percorrenza: 3,30 h-  Tipo di percorso: EE+ .
Mezza pensione: cena e pernottamento in rifugio

Percorso in quota di particolare suggestione. Si potranno osservare tipiche fioriture delle valli nivali e dei “rock glaciers”, ghiacciai di roccia, dalle tipiche forme geomorfologiche di questi ambienti. Una bella discesa su pietraie e prati permette di giungere al Rifugio Frassati.

 

2° giorno - Rifugio Frassati / Rifugio Bonatti
Seconda tappa: Colle di Malatrà (2925 m) - Rifugio Bonatti (2025 m)
Dislivelli: +380/-900 m - Tempo di percorrenza: 3,30 h - Tipo di percorso: EE+ .
Mezza pensione: cena e pernottamento in rifugio

Lo stretto colle è una vera finestra sul massiccio del Monte Bianco che appare formidabile scendendo nel vallone di Malatrà. Una lunga discesa tra morene inerbite e magri pascoli conduce ad uno dei più accoglienti rifugi della regione.

 

3° giorno - Rifugio Bonatti / Courmayeur
Terza tappa: Rifugio Bonatti (2025 m) – Courmayeur (1220 m)
Dislivelli: +500 / -1300 m - Tempo di percorrenza: 5,30 h - Tipo di percorso: EE .

Dal rifugio Bonatti si risale nel vallone per raggiungere il colle Pas entre Deux Sauts (2524 m) e successivamente il Col Sapin (2436 m). Da qui una ripida ma breve salita conduce alla Tête de la Tronche (2584 m) che domina sull’intera vallata permettendo una vista esaltante sul Monte Bianco. Una larga cresta accoglie il sentiero che scende fino al Rifugio Bertone (1990 m) dove lo sguardo spazia su Courmayeur e l’intera vallata. Il sentiero ora si inoltra in un bosco, che accompagnerà fino all’abitato di Villair. 

Contatti

Benetour Tour Operator
 
Meteo
Meteo

Dettagli
Aosta
°C
°C
Aree turistiche
Aree turistiche

Monte Bianco

Aosta e dintorni

Gran S. Bernardo

Gran Paradiso

Monte Rosa

Monte Cervino

Valle Centrale