Grand Combin

Ollomont

  • Difficoltà:
    PD - Poco difficile
  • Periodo consigliato:
    dal 01/07 al 30/09
  • Esposizione:
    Sud
  • Partenza:
    Glassier (1549 m)
  • Arrivo:
    Grand Combin (4314 m)
  • Dislivello:
    1430 m + 1335 m
  • Durata Andata:
    9h30

Accesso

Casello autostradale di Aosta Est, proseguire per il Traforo del Gran San Bernardo. A Variney, a destra per la Valpelline. Raggiunto e superato l’abitato omonimo, si svolta a sinistra per Ollomont e si percorre tutta la strada fino al villaggio di Glassier.

Con i suoi 4134 metri, il Grand Combin è la vetta più alta della catena alpina di confine tra il Monte Bianco e la Dent d’ Hérens. La salita per la via normale italiana è molto affascinante: complicata, selvaggia e scarsamente frequentata. Elementi che la differenziano sicuramente dai classici quattromila del massiccio del Monte Rosa o del Monte Bianco. La sensazione di isolamento si fa qui più marcata che altrove, nonostante la presenza di ben due punti d’appoggio, il Rifugio Chiarella all’Amianthe e il Bivacco Musso situato alla base della Spalla Isler.


Descrizione del percorso

Primo giorno
Dal villaggio di Glassier, si imbocca la larga mulattiera che sale verso la Conca di By. Giunti nei pressi del piccolo invaso artificiale, si continua a salire in diagonale fino all’alpeggio di By dove si incrocia la strada sterrata. Oltrepassatala, ci si dirige verso nord attraverso ampi pascoli. Dopo essere transitati accanto ad un alpeggio, il sentiero sale più ripido sul pendio fin contro una fascia di roccette che si supera con l’ausilio di alcune corde fisse. Terminato questo tratto più impegnativo, si giunge nei pressi del rifugio Chiarella all’Amianthe (2879 m).
Secondo giorno
Dal rifugio si sale verso nord lungo una sorta di vallone detritico che piega a sinistra. Al suo termine – verso destra – si apre il Colle Amianthe che da accesso al Glacier du Mont Durand. Si prosegue sempre verso nord con moderata pendenza per aggirare un ripido pendio glaciale e portarsi in vista del Col de Sonadon. Dopo averlo raggiunto, si scollina in lieve discesa e si riprende ben presto a salire per portarsi sul ripiano alla base della Spalla Isler, dove – a sinistra – sorge il bivacco Musso. Si affronta quindi il ripido pendio della Spalla con percorso non obbligato e dettato dalle condizioni del momento. Nella parte alta, sulle rocce di sinistra, è presente qualche fix che permette di assicurare la progressione sia in salita sia in discesa. Giunti sul Grand Combin de Valsorey, dove trova posto una piccola croce in legno, occorre ancora seguire l’evidente cresta verso destra che conduce sulla vetta più alta denominata Grand Combin de Grafeneire.

Discesa lungo l’itinerario di salita.

L’itinerario richiede esperienza di alta montagna, è consigliabile farsi accompagnare da una guida alpina.

 
Meteo
Meteo

Dettagli
Aosta
°C
°C
Aree turistiche
Aree turistiche

Monte Bianco

Aosta e dintorni

Gran S. Bernardo

Gran Paradiso

Monte Rosa

Monte Cervino

Valle Centrale

Offerta turistica
Offerta turistica
Webcam
Webcam
Bionaz

Mappa webcam       Località
Saint-Rhémy Crevacol

Mappa webcam       Località
Ollomont

Mappa webcam       Località
Saint Oyen - Flassin

Mappa webcam       Località