Paesaggio, storia e natura del territorio dei comuni di Quart e di Nus

Nus

  • Difficoltà:
    MD - Mediamente Difficile
  • Periodo consigliato:
    dal 01/04 al 31/10
  • Partenza:
    Nus (529 mt.)
  • Arrivo:
    Nus (529 mt.)
  • Dislivello:
    430 m
  • lunghezza:
    18 Km
  • Tracciati GPS:
    GPX , KML

Descrizione del percorso

Difficoltà tecnica: media
Difficoltà fisica: media
Ciclabilità: 100%
Tipo di percorso: misto asfalto, sterrato, sentiero

Per chi giunge in autostrada A5 Torino/Milano, l’uscita è quella di Nus, per chi arriva da Aosta prendere in direzione Torino la strada Statale nr. 26 e seguire le indicazioni per Nus.

Il percorso risulta di media difficoltà, non tanto per la salita che si percorre quasi totalmente in asfalto ma per la discesa, in quanto il sentiero che ci porta a valle risulta stretto e talvolta scivoloso. L’itinerario si svolge partendo dal paese di Nus (570 m) e passando per il Villair di Quart si arriva al castello di Quart ( 759 m) dove si nota subito un faggio selvatico con un’età di oltre 100 anni (catalogato come pianta monumentale regionale), da qui si prosegue fino a Vollein (1000 m) per poi terminare il percorso a Nus. Siamo nella zona dell’adret, sulla sinistra idrografica della Dora Baltea, caratterizzata da un clima molto secco in quanto il sole è presente tutto l’anno ed i raggi solari colpiscono direttamente il suolo. La scarsa piovosità ed il vento costringono le piante della zona a proteggersi dalla disidratazione con particolari adattamenti. Nella zona sono presenti il pino silvestre, il larice, la roverella, il pino nero, l’abete di douglas, il cedro dell’atlante, castagni, salici e querce. Alcune specie di piante sono state introdotte negli anni ’50, in quanto in passato vi è stato un abbattimento selvaggio per produrre il carbone. Lungo il percorso è possibile incontrate alcuni animali, quali la volpe, lo scoiattolo, il cinghiale ed il capriolo.

Il punto di partenza è nei pressi dell’agriturismo Rosset di Nus (570 m). Si percorre la strada statale 26 per 6 km fino al bivio di Villair di Quart. Alla rotonda si svolta a destra in direzione del castello di Quart (759 m) la cui struttura, collocata allo sbocco del ripido vallone scavato dal torrente di Quart è visibile dal fondovalle. Si percorre la strada sterrata che si dirige verso la necropoli di Vollein, la quale dista circa 8 km. Si pedala lungo la poderale che, dopo 600 metri circa, porta sulla strada asfaltata; oltrepassato un tornante e presa la salita che oltrepassa i villaggi di Verney e di Valzillianz dopo 1 km circa, si giunge ad un bivio dove si prosegue a sinistra in direzione di Trois Villes. Dopo 800 metri si oltrepassa il villaggio Argnod (800 m) e si raggiunge il paesino di Vollein dopo il quale occorre dirigersi verso valle prendendo il sentiero nr. 6 che porta a Nus. Inizia la discesa e la strada, all’inizio larga, diventa ben presto in un sentiero piuttosto tecnico. In breve tempo si raggiunge il fondovalle ammirando in basso il castello di Nus. Il sentiero è molto stretto, il terreno è a tratti tecnico. Arrivati di fronte al castello di Nus non si può non soffermarsi ad ammirare questa struttura risalente alla fine del XIII secolo.
Il percorso non è ancora finito: risaliti in sella si prosegue alla volta del borgo di Nus; superato il villaggio di Mazod si giunge al borgo per ammirare il castello di Pilato prima di tornare al punto di partenza.

 
Meteo
Meteo

Dettagli
Aosta
°C
°C
Aree turistiche
Aree turistiche

Monte Bianco

Aosta e dintorni

Gran S. Bernardo

Gran Paradiso

Monte Rosa

Monte Cervino

Valle Centrale

Offerta turistica
Offerta turistica
Webcam
Webcam
Aosta - Piazza Chanoux

Mappa webcam       Località
Aosta - Arco d'Augusto

Mappa webcam       Località
Fenis - Castello

Mappa webcam       Località
Nus - St. Barthélemy

Mappa webcam       Località
Pila

Mappa webcam       Località