Rifugio Margherita

Gressoney-La-Trinité

Partenza: dal Gabiet
Dislivello: 2.179 m.
Tempo di salita: 4 + 4/5
Difficoltà: gita facile su ghiacciaio
Periodo consigliato: luglio-agosto

Questa facile gita su ghiacciaio permette di raggiungere il più alto rifugio d’Europa, costruito in vetta alla Punta Gnifetti. Il panorama dalla vetta è unico.

Da Staffal prendere la cabinovia sino al Gabiet.
Dall’arrivo risalire per un piccolo tratto la pista di discesa per poi portarsi a sinistra lungo il sentiero che, in mezzacosta raggiunge ed attraversa il torrente su di un ponticello di pietra. Si continua lungo il vallone sino a raggiungere un piccolo sbarramento con un laghetto. Senza raggiungerlo il sentiero risale a sinistra per poi attraversare a destra e raggiungere con una serie di valloncelli la conca sottostante il Col della Salza. Risalire un pendio sulla destra sino a raggiungere per dossi con lastroni di roccia un crestone. Seguirlo per un tratto per poi attraversare verso destra e raggiungere resti di nevai. Risalire lungo tracce di sentiero sino a raggiungere il rifugio Città di Mantova.
In alternativa, in circa metà tempo, il rifugio è raggiungibile utilizzando gli impianti sino al Passo dei Salati e attraversando sotto allo Stolemberg raggiungere l’Indren e successivamente il rifugio.
Il secondo giorno dal rifugio risalire direttamente il ghiacciaio di Gasterlet, passando a destra del roccione su cui è stato costruito il rifugio Gnifetti. Raggiunto il pianoro sovrastante attraversarlo facendo attenzione ai crepacci sino a raggiungere la traccia proveniente dal rifugio Gnifetti.
Risalire il ripido pendio che costeggia la Piramide Vincent aggirandola sulla sinistra sino a sbucare ad un pianoro a circa 4000 metri.
Lasciata a destra la traccia per la Piramide Vincent, si passa appena a sinistra del roccione su cui sorge la statua del Cristo delle Vette ed il Bivacco Giordano al Balmenhorn, si prosegue raggiungendo per dolci pendii il Col del Lys che si trova nettamente a destra del punto più basso della cresta. Dal colle scendere leggermente sul versante Svizzero per poi attraversare in mezzacosta sotto alla parete della Punta Parrot. Con un largo giro sulla sinistra si risalgono i pendii ovest della Punta Gnifetti e con un ultimo tratto più ripido si raggiunge la vetta.

 
Meteo
Meteo

Détails
Aosta
°C
°C
Zones touristiques
Zones touristiques

Mont-Blanc

Grand Paradis

Grand-Saint-Bernard

Aoste et environs

Mont-Cervin

Mont-Rose

Vallée Centrale

Webcam
Webcam