Calanchi di Saint-Nicolas

Saint-Nicolas


Descrizione del percorso

Il villaggio di Saint-Nicolas deve buona parte del suo fascino al terrazzo sul quale sorge; la sua posizione dominante, infatti, permette di voltare lo sguardo a 360 gradi su alcune delle cime più belle della Valle d’Aosta e di ammirarne il paesaggio in tutta la sua bellezza.
La natura stessa di questo ampio deposito di origine glaciale, insieme ad altri fattori, ha originato un fenomeno geomorfologico particolarmente affascinante: quello dei calanchi e delle piramidi di terra.

Accanto ai calanchi in località Fossaz si distinguono, infatti, svettanti piramidi di terra alte fino a 40 m caratterizzate da un diverso grado di erosione. Altri calanchi sono visibili da Rumiod, nei pressi di Vetan (alpe Letanaz) e di Vens (alpe Letanettaz).

Come arrivare in auto a Saint-Nicolas:
Dall’uscita dell’autostrada Aosta Ovest seguire le indicazioni per Courmayeur sino a giungere a Saint-Pierre. Quindi imboccare il bivio per Saint-Nicolas e salire lungo una bella strada per circa 8 km; giunti a Saint-Nicolas proseguire ancora per circa 1 km seguendo le indicazioni per Avise; sulla sinistra è ben visibile una piazzola con il fondo in ghiaia dove è possibile parcheggiare.

Percorso:
Il percorso qui descritto si sviluppa attorno all’area dei calanchi di Fossaz. Consigliata la visita nel pomeriggio, quando i calanchi sono ben illuminati dal sole, ed in primavera e in autunno, quando la vegetazione non è troppo fitta.
N.B.: è pericoloso avvicinarsi al ciglio dell’incisione.

La piazzola con il fondo in ghiaia, dove è possibile lasciare l’auto, costituisce un ottimo punto di osservazione da dove è possibile avere una visione globale sui calanchi.

Per una visita di dettaglio imboccare il sentiero sulla sinistra della piazzola che conduce alla fraz. Fossaz Dessus, poco a valle. Proseguire lungo la strada asfaltata retrostante la frazione fino ad incontrare sulla destra una strada campestre che conduce al ciglio della scarpata (indicazione Punto Panoramico “Les Cretes”).
Da qui si gode di una visione più ravvicinata delle lame calanchive e delle vallecole profondamente incise.
Costeggiando il ciglio della scarpata si raggiunge la parte più meridionale dell’incisione.

Tornare al punto di partenza utilizzando la strada campestre che attraversa i prati e da qui costeggiare a piedi la strada asfaltata che conduce verso Avise-Courmayeur lungo la carreggiata di sinistra, oltrepassare il torrente Gaboë e proseguire poco oltre il bivio Avise-Vetan; qualche metro prima dell’inizio del guard-rail imboccare un piccolo sentiero che diventa sempre meno evidente fino ad arrivare al ciglio dell’incisione dove è ben visibile dall’alto la piramide con il grosso masso protettore.

La discesa offre anche una splendida visione frontale sui calanchi. Risaliti alla strada asfaltata si può proseguire ancora per una decina di metri fino ad arrivare ad un piccolo piazzale, da dove si apre un meraviglioso scorcio panoramico su tutta l’incisione e sul paese di Saint-Nicolas.

Sul sito del comune di Saint-Nicolas è descritto un altro itinerario di vista dei calanchi e del territorio circostante

 
Meteo
Meteo

Dettagli
Aosta
°C
°C
Aree turistiche
Aree turistiche

Monte Bianco

Aosta e dintorni

Gran S. Bernardo

Gran Paradiso

Monte Rosa

Monte Cervino

Valle Centrale

Offerta turistica
Offerta turistica
Webcam
Webcam
Cogne

Mappa webcam       Località
Rhemes Notre Dame

Mappa webcam       Località
Saint Nicolas

Mappa webcam       Località
Valgrisenche

Mappa webcam       Località
Valsavarenche

Mappa webcam       Località