Le attività economiche antiche e moderne

“Una fiorente industria metallurgica si sviluppò ad Aymavilles, sin dal XVII secolo, ad opera dei Mutta, imprenditori bergamaschi già operanti a Cogne e Pontey, cui si deve la costruzione ad Aymavilles di un primo forno e di una fucina per la fusione e la lavorazione del ferro. Nel 1696 Carlo Mutta ottenne dagli Challant il diritto esclusivo di sfruttare le locali miniere di ferro e di servirsi dei boschi della baronia per ricavare il legname necessario al funzionamento dei suoi impianti. Nonostante l’esaurimento dei filoni di Aymavilles sin dai primi anni del Settecento, l’attività proseguì sfruttando il minerale di Cogne. Pur consapevole dei benefici economici arrecati dall’insediamento industriale, la comunità iniziò intanto a prendere coscienza dei risvolti negativi che l’indiscriminato sfruttamento dei boschi e la combustione del legname avrebbero potuto avere sull’ambiente naturale e sulle tradizionali attività umane. Preoccupata per tale pericolo, nel 1792 essa chiese al governo di vietare all’imprenditore Bartolomeo Gervasone, che due anni prima aveva ottenuto di costruire nella località un altoforno, di sviluppare ulteriormente la sua attività. L’insediamento sopravvisse tuttavia ai vincoli e continuò a funzionare. Nel 1876, in un periodo di crisi dell’industria metallurgica, Aymavilles contava una delle tre fabbriche per la lavorazione del ferro ancora presenti nel territorio valdostano.

Tratto da: “La grande enciclopedia della tua regione – La Valle d’Aosta paese per paese” Editore Bonechi

Kontakt

A.P.T. Cogne Gran Paradiso
P.zza Chanoux, 36
11012 COGNE (AO)
  • Telefon:
    0165.74040 - 0165.74056
  • Fax:
    0165.749125
 
Meteo
Meteo

Details
Aosta
°C
°C
Urlaubsregionen
Urlaubsregionen

Mont Blanc

Gran Paradiso

Grosser Sankt Bernhard

Aosta und Umgebung

Matterhorn

Monte Rosa

Hauptal

Webcam
Webcam