Società delle Guide di Courmayeur c/o Museo Alpino

Il binomio Monte Bianco-Courmayeur è legato indissolubilmente nella tradizione, nella storia e nella realtà alla prestigiosa Società delle Guide di Courmayeur che, non solamente si fregia del titolo di seconda società delle guide del mondo per fondazione (1850) ma ha anche l’orgoglio di aver portato i suoi uomini ad esplorare, negli ultimi due secoli, tutte le montagne della terra; legando indissolubilmente il nome di Courmayeur alle più grandi imprese di conquista di ogni continente: dal Polo all’Asia, alle Americhe, all’Australia, dall’Alaska alla Nuova Zelanda.
La società delle Guide di Courmayeur, libera associazione di Guide Alpine, si è costituita nel 1850 come società di fatto.
Essa è dotata di un proprio statuto e regolamento che ne disciplinano l’attività, e sin dalla sua fondazione organizza e disciplina il lavoro delle Guide associate. Il primo regolamento delle guide è stato approvato dalla Deputazione Provinciale in data 13 maggio 1868 e dal Ministero dell’Interno in data 30 maggio 1868.
Inizialmente le Guide erano suddivise in due categorie: “Guides à pieds” et “Guides à mulets”. L’attività principale era rappresentata dalle gite aventi per obiettivo lo scavalcamento dei Col de la Seigne, Col Ferret e Col Serena, per accompagnare i clienti nelle regioni limitrofe.
Con la prima ascensione (dal versante italiano) del Monte Bianco (1863), le Guide di Courmayeur incrementarono notevolmente la propria attività e dal 1870 in avanti è tutto un susseguirsi di nuove ascensioni. Si distinguono particolarmente: Julien Grange, Joseph Marie Chabod, Jean-Marie Orset, Isidore Gadin, Emile Rey ed Alessio Fenoillet. Agli inizi del 1900 si organizzano le prime spedizioni extraeuropee che vedono impegnate un gran numero di Guide di Courmayeur, tra cui: Cesare Ollier, Giuseppe Petigax, Giulio Guédoz, Cipriano Savoye, Leone Bron e Adolfo Rey.
E’ questo il periodo delle grandi esplorazioni artiche, antartiche e himalayane e l’alpinismo assume sempre più importanza.
Il periodo post-bellico vede impegnati i più bei nomi dell’alpinismo tra cui Gex, Ottoz, Rey, Ollier, Gobbi, Viotto, Paney e Grivel. Le grandi pareti del Monte Bianco sono frequentate dalle nostre Guide ed il lavoro societario aumenta notevolmente. Attualmente la società conta cinquantasei iscritti ed i soci in attività sono circa una quarantina. Il lavoro della guida alpina non si limita più semplicemente all’accompagnamento estivo ma si è esteso anche all’attività invernale. La Società organizza, oltre alle gite tradizionali, anche dei corsi di arrampicata su roccia e su ghiaccio. Buona parte del lavoro invernale è rappresentato dalle attività di sci alpinistico quali la Vallée Blanche, il Toula e la Haute Route. Da alcuni anni si tengono dei corsi di iniziazione all’arrampicata integrati da lezioni teoriche sulla flora e la fauna alpina. La Società gestisce in proprio l’attività del Rifugio Monzino e del Museo Alpino Duca degli Abruzzi. Costantemente aggiornata alle nuove tecniche o tendenze dell’alpinismo moderno, la Società delle Guide Alpine di Courmayeur, offre agli alpinisti e agli sciatori tutta una serie di servizi organizzativi di alta qualità.

Contacts

Società delle Guide c/o Museo Alpino
Piazza Abbé Henry, 2
11013 COURMAYEUR (AO)
 
Meteo
Meteo

Détails
Aosta
°C
°C
Zones touristiques
Zones touristiques

Mont-Blanc

Grand Paradis

Grand-Saint-Bernard

Aoste et environs

Mont-Cervin

Mont-Rose

Vallée Centrale

Webcam
Webcam