Origine del toponimo ''Saint-Vincent''

Il reverendo Aldo Hosquet, parroco di Saint-Vincent dal 1956 al 1986, ha collegato il nome del nostro paese a Vincenzo da Saragozza, un diacono spagnolo, martirizzato a Valencia nel 304, patrono della nostra prima comunità cristiana.
Il culto di Vincenzo, di cui il paese porta il nome sin dai più antichi documenti scritti, è dovuto probabilmente a San Germano, vescovo di Parigi, morto nel 576 a Ravenna, mentre era in viaggio. La sua salma, traslata in Francia attraverso la Valle d’Aosta, sarebbe stata accolta per alcuni giorni in un sepolcro, ritrovato nei sotterranei della chiesa, costruito tra le fondazioni dell’ormai diroccato edificio romano.
Germano era molto devoto di San Vincenzo e aveva ottenuto da re Chilperico di costruire, fuori dalle mura di Parigi, una basilica in suo onore. Si tratta della chiesa di Saint-Germain-des-Prés, chiamata fino al 754 Saint-Vincent-des-Prés e affidata ai benedettini. Quello stesso ordine conduceva anche l’abbazia di Ainay, presso Lione, da cui dipendeva la nostra chiesa, la quale fu costruita proprio dai benedettini.
Tutto ciò spiegherebbe il culto di Vincenzo presso di noi, fin dai tempi della prima cristianizzazione, e quindi il nome del nostro paese.

 
Meteo
Meteo

Dettagli
Aosta
°C
°C
Aree turistiche
Aree turistiche

Monte Bianco

Aosta e dintorni

Gran S. Bernardo

Gran Paradiso

Monte Rosa

Monte Cervino

Valle Centrale

Webcam
Webcam
Chamois

Mappa webcam       Località
Champorcher

Mappa webcam       Località
Saint Vincent - Col de Joux

Mappa webcam       Località