Grande Rousse

Valgrisenche

  • Difficoltà:
    AD - Abbastanza difficile
  • Periodo consigliato:
    dal 01/07 al 30/09
  • Esposizione:
    Nord - nord/ovest
  • Partenza:
    Usellières (1785 m)
  • Arrivo:
    Grande Rousse (3607 m)
  • Dislivello:
    1075 m + 750 m
  • Durata Andata:
    9h30

Accesso

Casello autostradale di Aosta Ovest, proseguire verso Courmayeur. Ad Arvier svoltare a sinistra per la Valgrisenche che si risale fino a giungere al villaggio di Usellières, dove è possibile posteggiare.

La Grande Rousse è la più alta cima dello spartiacque tra la Valgrisenche e la Val di Rhêmes. Ha due vette, la Punta Nord 3607 m e la Punta Sud 3577 m, divise dal Colle della Grande Rousse 3516 m. Il versante nord nord-ovest è occupato dal grande ghiacciaio dell’Invergan, che scende a lambire l’alto Vallone di Mont Forciaz.
In Valgrisenche la Grande Rousse presenta una aspetto maestoso ammantato di ghiacci, come indica il toponimo che ha appunto il significato di “grande ghiacciaio”. Il versante della Val di Rhêmes si presenta invece come un’alta muraglia di roccia sulla quale la punta nord si eleva con un dente sottile e ardito, dominando il ghiacciaio di Torrent.


Descrizione del percorso

Primo giorno
Da Usellières si segue la strada carrareccia agricola, vietata al transito degli autoveicoli non autorizzati, che si addentra nella valle. Dopo alcune centinaia di metri si imbocca a sinistra la stradina che sale verso l’Alpe Mont Forciaz. La carrareccia entra presto nel bosco descrivendo ampie svolte. Abbandonata poi a sinistra la diramazione per l’Alpe l’Epée, si prosegue verso destra fino a raggiungere l’Alpe Mont Forciaz, dove ha termine la strada.
Si prosegue sul sentiero a destra che si inoltra nei pascoli, sulla destra idrografica del torrente, si continua su terreno morenico e si entra in una valletta cosparsa di detriti, dove talvolta il sentiero è poco visibile. All’uscita del valloncello si piega leggermente a destra per raggiungere la cresta della morena, che si segue – in ultimo su facili roccette – fino a pervenire al bivacco Ravelli.
Secondo giorno
Dal bivacco si prosegue sulla morena che muore contro il ramo destro orografico del ghiacciaio d’Invergnan, quindi si continua in direzione sud est sul ghiacciaio stesso, ripido e talvolta crepacciato. Si costeggiano poi le rocce dello sperone nord ovest e si affronta il ripido pendio che porta al Colle della Grande Rousse. Dal valico, si volge a sinistra e si percorre la rocciosa cresta sud, che presenta in successione due salti (un passaggio di III grado) fino a pervenire con arrampicata non difficile sulla sommità settentrionale.

Discesa lungo l’itinerario di salita.

L’itinerario richiede esperienza di alta montagna, è consigliabile farsi accompagnare da una guida alpina.

Meteo
Meteo

Dettagli
Aosta
°C
°C
Aree turistiche
Aree turistiche

Monte Bianco

Aosta e dintorni

Gran S. Bernardo

Gran Paradiso

Monte Rosa

Monte Cervino

Valle Centrale

Offerta turistica
Offerta turistica
Webcam
Webcam
Cogne

Mappa webcam       Località
Saint Nicolas

Mappa webcam       Località
Rhemes Notre Dame

Mappa webcam       Località
Valgrisenche

Mappa webcam       Località
Valsavarenche

Mappa webcam       Località