Itinerari sportivi: Montjovet

8 Risultati
Pagina 1 di 1

Tour della collina di Montjovet - Gettaz - Rodoz - Bellecombe - Ussel

Mountain Bike  -  Montjovet

Itinerario ad anello abbastanza impegnativo per quanto riguarda l’aspetto fisico per la salita al Col Marcage da Fiusey di Montjovet ed abbastanza impegnativo come tecnica di discesa per quanto riguarda i tratti di sentiero tra i villaggi di Rodoz e Bellecombe e quello tra Bellecombe ed Ussel (sino al ponte sulla Dora Baltea nei pressi della stazione di Châtillon) Da notare la valenza paesaggistica, faunistica e geologica del percorso.

Ciclotour: Saint-Vincent – Col de Joux – Verrès – Saint-Vincent

Ciclismo  -  Saint-Vincent

Adagiata in una conca riparata dai venti, Saint-Vincent vanta preziose testimonianze del passato. Dal 1947 Saint-Vincent deve la sua fama al Casinò, uno dei pochi autorizzati in Italia. Nel periodo estivo si può salire al Col de Joux percorrendo una delle strade più panoramiche della regione dove lo sguardo spazia sulla valle centrale. Da qui si scende nel versante opposto fino a Brusson per poi proseguire verso il fondo valle toccando i paesi di Challand-Saint-Anselme e Challand-Saint-Victor. Subito dopo quest’ultimo è già visibile Verrès, dominata dall’imponente castello costruito nella seconda metà del XIV sec. Proseguendo in direzione Aosta, poco distante da Verrès, si trova Champdepraz sede del Parco Naturale del Mont Avic, unico parco regionale valdostano. Si tocca poi l’antico paese di Montjovet, situato in una posizione strategica lungo la via romana delle Gallie, dominato dal castello di Saint-Germain del secolo XI di cui sono ancora visibili una bella torre e alcuni resti della cinta murarie.

Località interessate dal percorso:
- Saint-Vincent (575 m)
- Terme di Saint-Vincent 1,4 km (633 m)
- Bivio Emarèse 9,1 km (1150 m)
- Col de Joux 16,2 km (1620 m)
- Bivio Col de Joux 22,3 km (1280 m)
- Brusson 23,6 km (1265 m)
- Arcesaz 26,4 km (1130 m)
- Challand-Saint-Anselme 29,35 km (1030 m)
- Challand-Saint-Victor 34,1 km (745 m)
- Verrès 39,3 km (379 m)
- Montjovet 44, 2 km (390 m)
- Saint-Vincent 51 km (575 m)

MOTOTOUR - Pont-Saint-Martin – Courmayeur

Motociclismo  -  Pont-Saint-Martin

Una dorsale di raccordo tra tutti i punti di partenza degli itinerari in moto proposti, ma anche un percorso a sé, che attraversa i principali centri del fondovalle, ottimo per una gita in moto domenicale ad inizio o fine stagione lungo la strada statale 26: potete fare tappa in un borgo per una passeggiata, visitare un castello, un museo, oppure deviare in una valle laterale della Valle d'Aosta per godervi villaggi caratteristici e scorci di paesaggio unici al mondo.

Ciclotour: Aosta - Pont-Saint-Martin

Ciclismo  -  Aosta

Con partenza dalla città di Aosta in direzione Torino, il primo paese che si incontra è Quart dove si scorge, adagiato sulla collina, il bel castello. Pochi chilometri dopo ecco Nus: nel paese sono visibili le rovine del castello detto di Pilato e sulla collina il castello dei Signori di Nus (XIV sec.). Si incontra, quindi, Chambave, famoso per i suoi vini e si arriva a Châtillon che si trova quasi al centro della Valle d’Aosta ed è la via d’accesso per la Valtournenche. Adagiata sulla collina, in una conca riparata dai venti, si trova Saint-Vincent che dal 1947 deve la sua fama al Casinò. Scendendo ancora verso valle si incontra l’antico paese di Montjovet, situato in una posizione strategica lungo la via romana delle Gallie e dominato dal castello di Saint-Germain. Subito dopo si incontra Verrès, dominato dall’imponente castello costruito nella seconda metà del XIV sec.. Altra località sulla strada in direzione Torino è Arnad, paese contornato da vigneti e castagneti e reso famoso dal suo inimitabile lardo. All’ingresso del borgo molto interessante è la parrocchiale di San Martino, piccolo gioiello romanico la cui facciata è databile alla fine del XV secolo. Proseguendo si giunge al promontorio di Bard. Per la sua posizione strategica ha da sempre rappresentato un baluardo contro le invasioni e questo spiega l’esistenza di fortificazioni fin dai tempi più antichi. La fortezza, terminata dal Re Carlo Alberto nel 1838, è la più imponente realizzazione di architettura militare in Valle d’Aosta. A pochi chilometri si trova Donnas, antico borgo sorto lungo l’asse della strada consolare delle Gallie della quale sono ancora visibili un tratto lastricato di circa 200 m e un caratteristico arco romano intagliato nella roccia. Il paese è circondato da castagneti e da magnifici vigneti terrazzati per la produzione del rinomato vino rosso DOC. Si raggiunge infine Pont-Saint-Martin che ha nello spettacolare ponte di epoca romana (I sec. a.C.) il suo monumento più celebre. Il panorama è dominato dai resti dell’antico castello dei Signori di Bard, risalente al 1200 e posto su un’altura all’imbocco della Valle di Gressoney.

Località interessate dal percorso:
- Aosta (570 m)
- Bivio Saint-Marcel 8,3 km (530 m)
- Nus Bivio St-Barthélemy 10,5 km (545 m)
- Bivio Colle San Pantaleone 17,2 km (478 m)
- Bivio Pontey 20,1 km (460 m)
- Bivio Valtournenche 22,2 km (530 m)
- Bivio Saint-Vincent Ovest 25 km (527 m)
- Montjovet 31,7 km (390 m)
- Verrès Bivio Val d’Ayas 36,6 km (379 m)
- Arnad 39,8 km (360 m)
- Bivio Valle di Champorcher 44,6 km (348 m)
- Donnas 48 km (350 m)
- Bivio Valle Gressoney 50,7 km (345 m)
- Pont-Saint-Martin 51 km (345 m)

Percorso compreso nella tappa del giro d’Italia del 1996 (Briançon/Aosta). Tappa vinta da Bugno (ITA).