Nus

Nus è sorto sulla sinistra orografica della Dora, a 529 metri di altitudine, in corrispondenza della profonda gola che conduce alla Valle di Saint-Barthélemy, tra castagneti, alberi da frutta, prati e vigneti, da cui il rinomato “Vien de Nus”. La seconda domenica del mese di maggio si svolge il “Festival du Vien de Nus”, durante il quale sono protagonisti gli eccellenti vini locali: il Rouge e la ricercata Malvoisie, preziosità enologica prodotta da uve appassite.

Il nome del comune è di derivazione romana e proviene da “ad nonum (ab Augusta) lapidem”, che indicava la distanza in miglia romane – nove – tra Augusta Praetoria (Aosta) e la “mansio” di Nus.

Sede di una delle più importanti ed antiche signorie feudali della Valle d’Aosta, i “Seigneurs de Nus”, appunto, Nus conserva nel suo centro storico alcune antiche case con finestre crociate. Nella parte alta dell’abitato, a protezione del borgo stesso ed in posizione strategica per il controllo dei traffici di transito è visibile il castello di Pilato, nel quale, secondo la tradizione, avrebbe soggiornato Ponzio Pilato esiliato da Caligola.

La frazione di Nus più conosciuta è senza dubbio Saint-Barthélemy, con il suo famoso osservatorio astronomico. Il cielo di Saint-Barthélemy infatti è uno dei più indicati per le osservazioni astronomiche, grazie a condizioni favorevoli, dovute principalmente allo scarso inquinamento ed all’elevata insolazione. La località è sede ogni anno dello Star Party più antico d’Italia.

La Valle di Saint-Barthélemy si incunea fra i massicci montuosi compresi tra la Valpelline e la Valtournenche, in uno scenario naturale di selvaggia bellezza. Inizialmente tortuosa e molto ripida, in località Lignan a 1633 metri di altitudine si apre in un vasto pianoro da cui si può ammirare uno splendido panorama.
Apprezzata anche per la pratica dello scialpinismo e delle camminate con le racchette da neve, in inverno è mèta abituale per gli appassionati dello sci da fondo, mentre per i più piccoli è stato realizzato un baby snow park dotato di tapis-roulant.
In estate la valle è frequentata dagli alpinisti che vi fanno base per ascensioni anche piuttosto impegnative, nonché da escursionisti che possono scegliere tra innumerevoli passeggiate, anche a cavallo.

A 2.652 metri sopra Saint-Barthélemy si trova il Santuario di Cuney ; risalente al 1650, dedicato alla Madonna delle Nevi, la cui festa si celebra il 5 agosto, è il più alto d’Italia.

 
Meteo
Meteo

Dettagli
Aosta
°C
°C
Aree turistiche
Aree turistiche

Monte Bianco

Aosta e dintorni

Gran S. Bernardo

Gran Paradiso

Monte Rosa

Monte Cervino

Valle Centrale

Webcam
Webcam
Aosta - Piazza Chanoux

Mappa webcam       Località
Aosta - Arco d'Augusto

Mappa webcam       Località
Nus - St. Barthélemy

Mappa webcam       Località
Pila

Mappa webcam       Località