Itinerari sportivi: Gressoney-La-Trinité

24 Risultati
Pagina 1 di 1

Palestra di arrampicata Santuario e Benedizione

Arrampicata  -  Gressoney-La-Trinité

La parete è ben visibile salendo dalla strada in direzione di Gressoney-La-Trinité, si trova ai lati della cascata di Noversch. La falesia è di recente chiodatura, si tratta di una falesia con itinerari di alto livello sia tecnico che fisico.

Gabiet - Rifugio Orestes Hütte

Escursioni in giornata  -  Gressoney-La-Trinité

Percorso facile che si sviluppa in un ambiente montano costituito prevalentemente da praterie d’alta quota e punteggiato da alcuni laghetti e permette di raggiungere il confortevole e moderno rifugio Orestes Hütte.

I villaggi di Alpenzu piccolo e Alpenzu grande

Escursioni in giornata  -  Gressoney-La-Trinité

L’itinerario consiste in una piacevole passeggiata in destra orografica della valle di Gressoney, ora nel bosco, ora sui pascoli, che tocca i villaggi di Alpenzù piccolo e Alpenzù grande, dove l’architettura Walser è rimasta mirabilmente conservata. A fare da sfondo il grandioso spettacolo del massiccio del Monte Rosa. I due villaggi si trovano sul percorso del Grande Sentiero dei Walser, l’itinerario percorso dalle popolazioni d’oltralpe che, a partire dal XII secolo, migrarono verso la Valle d’Aosta attraverso le montagne.

Punta Jolanda - Rifugio Gabiet

Escursioni in giornata  -  Gressoney-La-Trinité

Itinerario panoramico e senza grande dislivello che parte dall’arrivo della storica seggiovia di Punta Jolanda, raggiunge il muro della diga del Gabiet per seguire poi l’intera sponda destra dell’ampio bacino idroelettrico ed arrivare, infine, al Rifugio Gabiet.

Selbsteg - Sant'Anna

Escursioni in giornata  -  Gressoney-La-Trinité

Facile itinerario che permette di raggiungere la piccola cappella di Sant’Anna immersa tra pascoli d’alta montagna e paesaggi incantevoli sull’alta valle di Gressoney e sul massiccio del Monterosa.

Staffal - Col d'Olen

Escursioni in giornata  -  Gressoney-La-Trinité

Il Col d’Olen fu teatro nel 1636 di un sanguinoso scontro tra battaglioni spagnoli e piemontesi, da cui questi ultimi, nonostante le gravi perdite, uscirono vincitori. Il colle acquisì poi importanza nel corso del XIX sec. come partenza per le ascese alpinistiche sul Monterosa; per questo al colle furono costruiti nel 1878 e nel 1914 due storici alberghi tutt’ora in attività.

Salita al colle dei Ghiacciai del Rosa

Mountain Bike  -  Gressoney-La-Trinité

Si tratta di un percorso non molto impegnativo, che si svolge sul versante di destra orografica del Lys sino allo spartiacque con la valle d’Ayas. Percorso molto redditizio in termini di resa altimetrica proprio a causa della marcata pendenza del tracciato.

Castore

Percorsi alpinistici  -  Gressoney-La-Trinité

Il Castore sorge accanto al Polluce ed è il più alto, conosciuto e salito dei gemelli, uno dei più celebri quattromila del Monte Rosa. Divide – alla testata – le valli di Ayas e di Gressoney e contemporaneamente segna il confine tra Valle d’Aosta e Vallese. Il versante orientale della montagna è ammantato dal grande ghiacciaio del Castore che si allunga tra il Castore e la Punta Perazzi. Il versante settentrionale è interamente occupato dal grande ghiacciaio di Zwillings, che si innesta in basso nel ghiacciaio del Grenz.
La salita del Castore è alla portata di molti escursionisti e l’avvicinamento è facilitato dalla seggiovia che porta al Colle di Bettaforca.

Piramide Vincent

Percorsi alpinistici  -  Gressoney-La-Trinité

La Piramide Vincent si eleva tra la Punta Giordani e il Colle Vincent e segna lo spartiacque tra i bacini glaciali del Lys, delle Piode, di Bors d’ Indrend. Il suo versante sudoccidentale si presenta come un’ampia parete trapezoidale coronata da una calotta di ghiaccio, mentre quello orientale è costituito da una dirupata fascia roccioso che si alza dal ghiacciaio delle Piode. Risalendo il ghiacciaio del Lys se ne può ammirare l’aspetto imponente, che scema progressivamente raggiungendo il colle omonimo.

Punta Gnifetti

Percorsi alpinistici  -  Gressoney-La-Trinité

La Punta Gnifetti si eleva dal ghiacciaio del Grenz sulla cresta spartiacque tra la valle di Zermatt, tra la Punta Parrot e la Punta Zumstein, dalle quali è separata rispettivamente dal Colle Sesia e dal Colle Gnifetti. È una delle cime più elevate del gruppo del Monte Rosa e presenta un modesto scivolo nevoso verso il ghiacciaio del Grenz, mentre il versante est precipita con una delle più alte pareti delle Alpi verso Macugnaga. La vetta è denominata dagli svizzeri Signalkuppe, cima del segnale, poiché in origine era costituita da uno spuntone roccioso, poi abbattuto per ospitare il rifugio Regina Margherita.

Sentiero attrezzato al Rifugio Quintino Sella

Vie ferrate  -  Gressoney-La-Trinité

Il rifugio Quintino Sella al Felik è una tra le storiche capanne della Valle d’Aosta di accesso ai grandi 4000. L’itinerario è una piacevole camminata ben segnata sino alla cresta finale, aerea e protetta con mancorrenti, attrezzata anche con un ponticello in legno, molto suggestiva e panoramica.

Via ferrata Harry Potter

Vie ferrate  -  Gressoney-La-Trinité

Più che un itinerario è una sorta di masso scuola su cui si districa una palestra per arrampicate e ferrate. Si tratta di una protoferrata mirata ai bimbi, e perciò chiamata Harry Potter, con gradinatura e tyrolienne che divertirà sia i piccini sia gli adulti…

Vie ferrate delle Guide

Vie ferrate  -  Gressoney-La-Trinité

Non si tratta di una sola ma bensì di tre ferrate ricavate con molta intelligenza tra le placche verticali che sovrastano Gressoney-La-Trinité. La prima è una difficile ferrata molto bella ed estetica. Al termine della stessa partono le due linee che vincono l’ultimo muro strapiombante. Secondo molti pareri autorevoli la concatenazione costituisce l’attuale più difficile ferrata delle Alpi occidentali.

Ciclotour: Pont-Saint-Martin - Stafal (Gressoney-La-Trinité)

Ciclismo  -  Pont-Saint-Martin

La Valle di Gressoney è la prima che si incontra entrando in Valle d’Aosta per chi arriva dalla pianura Padana. La Valle inizia a Pont-Saint-Martin e s’incunea poi in uno stretto corridoio che si apre al cospetto del Monte Rosa, montagna spettacolare con ben 28 punte che superano i 4000 metri e che rappresenta il confine naturale con la Svizzera.

Località interessate dal percorso:
- Pont-Saint-Martin (345 m)
- Lillianes 6,1 km (650 m)
- Fontainemore 9,1 km (785 m)
- Issime 12 km (950 m)
- Gaby 17,4 (1045 m)
- Gressoney-Saint-Jean 25,2 km (1420 m)
- Gressoney-La-Trinité 33,3 km (1640 m)
- Stafal 38,2 km (1800 m)

Percorso compreso nella tappa del giro d’Italia del 1995 (Briançon/Gressoney). Tappa vinta da Ouchakov (UCR).

MOTOTOUR - Pont-Saint-Martin – Gressoney-La-Trinité

Motociclismo  -  Pont-Saint-Martin

Siete appena entrati in Valle d’Aosta e alla vostra destra si apre la Valle di Gressoney, una delle più lunghe della regione. Preparatevi a un percorso vario e divertente, su una strada che vi regalerà tanto verde e splendidi panorami sul massiccio del Monte Rosa. Una curiosità: occhio ai ponti tipici, antiche strutture in pietra, pittoresche e suggestive, a cavallo del torrente Lys.