Arte e cultura

Il patrimonio culturale della Valtournenche è rappresentato soprattutto dall'arte sacra; chiese e cappelle sono il segno di una fede che ha accompagnato la vita delle generazioni passate e che resta ancor oggi vitale. Splendidi esempi ne sono la parrocchiale di Sant'Andrea ad Antey-Saint-André, la cui torre campanaria era l'antico mastio di un'antica casa forte e la parrocchiale di San Martino a Torgnon, che ospita al suo interno un prezioso museo con sculture e icone lignee.

A Chamois la parrocchiale è dedicata a San Pantaleone e conserva uno splendido altare del XVIII sec. A Valtournenche la chiesa di Sant'Antonio Abate è rinomata per il suo piccolo Museo di Arte Sacra.

Altri spunti di interesse sono i resti degli antichi canali, detti "rus", che portavano l'acqua del Marmore verso gli aridi pendii della valle centrale; le arcate del "ru du pan perdu" sono ancora visibili sopra Antey.

A Torgnon, nella frazione Petit Monde, in un'antica abitazione tipica detta "rascard" è stato allestito un piccolo museo etnografico che presenta, oltre ad attrezzi dell'attività agricola, anche la ricostruzione di una camera matrimoniale tradizionale.

Nella Valtournenche operano alcuni fra i più conosciuti artigiani della Valle d'Aosta, le cui opere vengono presentate nei numerosi mercatini che si svolgono soprattutto in estate come “Lo pequie martzé de Votorneintse”, a Valtournenche, e la fiera dell'artigianato ad Antey-Saint-André.

; ;
 
Meteo
Meteo

Dettagli
Aosta
°C
°C